Tuvia tra gli Early Adopters dell’ecosistema digitale Malpensa

Si è svolto oggi presso il Belvedere di Palazzo Pirelli a Milano l’evento di presentazione del nuovo Ecosistema Digitale «Malpensa: Smart City delle Merci», ambizioso progetto volto a semplificare e digitalizzare le procedure di movimentazione delle merci presso l’aeroporto lombardo a cui Tuvia ha partecipato, insieme ad altri operatori della filiera, in qualità di early adopter.

Risultato dell’Intesa tra Regione Lombardia, il sistema imprenditoriale rappresentato da ANAMA e ASSOHANDLERS e il soggetto gestore degli aeroporti di Milano SEA S.p.A., con il coordinamento tecnico-scientifico di CEFRIEL – Politecnico di Milano, il progetto rappresenta per tutti gli operatori del cargo aereo un’opportunità concreta di semplificazione e di competitività. I servizi disponibili consentiranno infatti di ottimizzare i tempi di accettazione e scarico delle merci, di rendere più efficienti i processi e le modalità di gestione delle spedizioni e di conoscere gli stadi del processo di trattamento dei carichi, trasformando lo scalo merci dell’aeroporto in una vera e propria “Smart City” allineata agli standard informativi e comunicativi dei più avanzati e importanti aeroporti Cargo europei.

L’Ecosistema sarà operativo a partire dal 1 maggio, giusto in tempo per Expo2015, ma il percorso che ha portato a questo traguardo è stato ben più lungo ed ha coinvolto un campione rappresentativo di tutti gli operatori della filiera – spedizionieri, handlers, compagnie aeree, centri di assistenza doganali – impegnati da Marzo dello scorso anno a confrontarsi su tavoli di lavoro per individuare priorità di intervento, requisiti tecnico-funzionali della piattaforma e potenziali criticità. Un percorso lungo e complesso che ha visto sedere allo stesso tavolo aziende normalmente abituate a competere tra di loro ma che questa volta hanno lavorato fianco a fianco con l’obiettivo di contribuire al successo di un progetto comune in grado di favorire la competitività dello scalo lombardo e di tutto il territorio. Tuvia è orgogliosa di aver partecipato al progetto, auspica la più larga adesione da parte di tutti gli operatori del cargo aereo e si augura che Ecosistema Malpensa possa diventare presto un modello esportabile anche in altri aeroporti italiani ed europei.