Bonus per le aziende che partecipano alle fiere internazionali: a chi spetta e come ottenerlo

Decreto-crescita-fiere-internazionali

Buone notizie per le PMI italiane che parteciperanno alle fiere al di fuori dell’Unione Europea: grazie al DL 34/2019, in vigore dal 1 maggio 2019, e pubblicato sul sito della Gazzetta Ufficiale, le imprese italiane esistenti dal 1 gennaio 2019 potranno ricevere un riconoscimento pari al 30%, fino ad un tetto massimo di 60.000 euro, per le spese che riguardano:

  • affitto di spazi espositivi,
  • allestimento degli spazi medesimi,
  • attività di pubblicità, promozione e comunicazione connesse alla partecipazione

Attualmente il credito di imposta è suddiviso in tre quote annuali dello stesso importo e per il 2020 sono stati stanziati 5 milioni di euro.

Entro fine giugno saranno definite nel dettaglio, tramite un apposito decreto attuativo:

  • le tipologie di spesa,
  • le procedure per l’ammissione al beneficio,
  • l’elenco delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore per cui è ammesso il credito d’imposta,
  • le procedure di recupero in caso di utilizzo illegittimo del credito stesso.

Il decreto ha quindi la finalità di migliorare il livello e la qualità di internazionalizzazione di tutte le piccole e medie imprese italiane che vogliono esportare tutte le eccellenze che contraddistinguono il Made in Italy e che il resto del mondo ci invidia.

 

Se vuoi partecipare ad una fiera internazionale e hai bisogno di una consulenza, contattaci pure su info@tuviaitalia.com