Cerca
Close this search box.

ARGOMENTI

ARTICOLI RECENTI

SCRIVICI 

Contatti Sidebar

Packing list: cos’è e come compilarla per le spedizioni internazionali

La packing list (chiamata anche distinta dei colli) è un documento fondamentale per chi deve gestire una spedizione internazionale. Infatti, anche se non è obbligatoria per le spedizioni nazionali, lo diventa nel momento in cui la merce deve viaggiare al di fuori dell’Unione Europea.

Quali sono le voci presenti all’interno della packing list?

La Packing List viene generalmente redatta su carta intestata dell’esportatore. Non essendo un documento fiscale, non ha un formato prestabilito da compilare. Tuttavia, è importante che nel documento siano presenti sia le indicazioni obbligatorie inerenti l’utilizzo di particolari imballi conformi alle normative vigenti nei Paesi di destinazione, sia i seguenti dati:

  • Nome e indirizzo del destinatario;
  • Data e riferimento della fattura export a cui va allegato;
  • Lista degli articoli oggetto della spedizione, con indicazioni relative alla quantità, al peso netto e al peso totale;
  • Lista, numero, dimensioni, peso netto e peso totale di ogni pacco;
  • Altre informazioni che caratterizzino in maniera più specifica l’aspetto esteriore dei diversi colli (es. scatole, pallet, cartoni, ecc.);
  • Nome del corriere;
  • Termini di resa;
  • HS Code;
  • Origine della merce
  • Timbro e firma dell’esportatore.

Perché è importante compilare correttamente la packing list?

Ci sono due implicazioni da tener presente nel momento in cui compiliamo la distinta:

  • Implicazione doganale: una packing list perfettamente compilata è funzionale in caso di ispezione doganale (sia per l’import che per l’export), perché permette di verificare la merce in modo puntuale e senza errori.
  • Implicazione assicurativa: in caso di incidenti, furti o danneggiamenti durante il trasporto, la packing list è il documento di riferimento per una corretta valutazione dell’entità del danno subito.

Differenza tra packing list e DDP

A differenza della Packing List, il DDT, o Documento di Trasporto, è un documento fiscale che sostituisce la vecchia bolla d’accompagnamento: va quindi prodotto ogniqualvolta vengono movimentate delle merci, che siano o meno in cessione verso terzi. Pertanto, se la packing list è obbligatoria ed essenziale per le spedizioni internazionali, il DDT è un documento contabile che certifica il trasporto e la consegna al destinatario.

Condividi sui social