Documenti doganali per l’export: quali sono e dove trovarli

documenti doganali export

8 documenti per la tua azienda che semplificheranno il trasporto all’estero della merce

Il trasporto della merce all’estero è, in apparenza, una fase molto complicata per le aziende che vogliono esportare i propri prodotti.

In questo articolo vogliamo spiegare quali sono i principali documenti richiesti durante l’export, quali possono semplificare le procedure doganali e soprattutto da chi vengono rilasciati.

 

Indice:

Documenti emessi dal venditore:

Documenti rilasciati dalla Camera di Commercio competente sul territorio:

Documenti rilasciati da altre fonti:

 

Cosa fare dopo aver ottenuto i documenti

 

– – – – – – —

 

Documenti emessi dal venditore:

 

Distinta di carico

Un documento interno che accompagna la merce durante tutto il trasporto. Viene emesso dal venditore e riporta le seguenti informazioni:

 

  • Il numero di fattura commerciale cui la distinta fa riferimento
  • Mittente, destinatario, città di destinazione
  • Il numero e la tipologia dei colli
  • La descrizione delle merci contenute in ciascun collo
  • Eventuali estremi del container nel quale vengono caricate le merci.

 

Fattura commerciale

Anche questo documento viene emesso dal venditore, nella lingua e nel numero di copie richieste dal paese destinatario della merce. Deve contenere i seguenti dati:

 

  • La ragione sociale dell’esportatore e del destinatario (indirizzi compresi)
  • Prezzo, descrizione, quantità e modalità di regolamento del prezzo della merce
  • I termini di reso della merce
  • Il nome del vettore/spedizioniere
  • Eventuali oneri accessori (come imballaggi e assicurazioni)
  • Il Paese di origine della merce
  • Riferimenti legislativi per l’applicazione o l’esenzione IVA.

 

Documenti rilasciati dalla Camera di Commercio competente sul territorio:

 

Certificato di origine

Questo documento serve ad attestare l’origine non preferenziale della merce e viene spesso richiesto dai Paesi destinatari. L’origine preferenziale di un prodotto è la certificazione volta a ridurre i dazi applicati sulla base degli accordi tra Paesi.

Le disposizioni di rilascio di questo documento, che avviene a fronte di una fattura di vendita all’estero, sono impartite dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Carnet ATA

Valido per i Paesi aderenti alla convenzione ATA (Admission Temporaire / Temporary Admission), il Carnet ATA è un documento internazionale utilizzato per l’importazione, l’esportazione e il transito temporaneo delle merci in dogana. È valido per un anno e può essere utilizzato per ripetuti passaggi del confine, durante i quali non deve essere fornita alcuna prestazione di garanzia.

Il principale vantaggio del Carnet ATA è la rapidità con cui agevola il passaggio al confine dei Paesi.

 

Attestato di libera vendita

Richiesto dai Paesi extra-UE, questo documento attesta la libera circolazione della merce nel Paese europeo di origine e conseguentemente nell’Unione Europea.

Per esempio, se un prodotto sarà libero di circolare in Italia, lo sarà anche negli altri Paesi UE. Per fare ciò, la merce deve essere conforme alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza.

La merce conforme a queste normative è dotata di certificazione ministeriale rilasciata dalla Camera di Commercio.

 

Documenti rilasciati da altre fonti:

 

Certificato Eur 1

Questo documento attesta l’origine comunitaria della merce e permette il transito a regime tariffario preferenziale. Viene rilasciato dalle autorità doganali su domanda scritta dell’esportatore.

 

Documento di Trasporto

I principali documenti di trasporto sono le lettere di vettura marittima, aerea, stradale e ferroviaria. Questi documenti attestano la stipula di un contratto di trasporto tra il mittente e il vettore, il quale prende in carico la merce per effettuarne la spedizione nei termini convenuti tra le parti.

 

Certificato di Assicurazione

Questo documento attesta le condizioni e le clausole del contratto di assicurazione stipulato sulla merce trasportata.

 

– – – – – – – – – –

 

Cosa fare dopo aver ottenuto i documenti

Il processo di export per un’azienda italiana è all’apparenza lungo e complesso, ma con l’aiuto di questi documenti sarà più semplice iniziare a muoversi.

Prima di iniziare l’iter è consigliabile avere una strategia ben chiara sul futuro dell’export della propria azienda. Noi di Tuvia Italia siamo a disposizione per aiutarti a comprendere meglio le opportunità per la tua azienda.

Contattaci per una consulenza gratuita.

    Ho letto e accettato il consenso richiesta di contatti